Home»Eventi Sicilia»Arte»Ugo Nespolo in mostra a Catania fino a Gennaio 2017

Ugo Nespolo in mostra a Catania fino a Gennaio 2017

0
Shares
Pinterest Google+

Lo stravagante mondo a tinte multicolor di Ugo Nespolo, raccontato nell’antologia “That’s Life” dal curatore Danilo Eccher in una mostra ideata e promossa dalla Fondazione Terzo Pilastro – Italia e Mediterraneo, sarà in esposizione negli spazi della Fondazione Puglisi Cosentino dal 2 ottobre 2016 e fino al 15 gennaio 2017.

Per la prima volta in mostra in Sicilia, saranno 170 le opere ammirabili nei locali di Palazzo Valle a Catania. I lavori sono provenienti da collezioni private, realizzate dall’artista del Novecento in un arco temporale di circa cinquant’anni, fra il 1967 e il 2016. Insieme ad un corpo di disegni, figurano sculture, installazioni, mobili e tappeti di design, costruzioni in legno che identificano il maestro piemontese. Una sezione è dedicata al cinema sperimentale degli anni Settanta.

Dichiara il curatore, Danilo Eccher: “Come spesso capita, attorno alle cose che si pensa di conoscere molto bene si scopre invece un’infinità di aspetti ignoti e di elementi sorprendenti; di un artista conosciuto e apprezzato, anche dal grande pubblico, come Ugo Nespolo, si pensa di conoscere tutto, ci si illude di esaurire l’intera sua ricerca nei legni policromi. Invece, il percorso creativo di Nespolo nasconde brusche sterzate, inattesi inciampi, improvvise impennate, nasconde un mondo visionario e acrobatico che si lascia solo intuire nelle opere più note. A Catania proporremo un itinerario a ritroso per ritrovare alcune pagine ancora oscure della storia dell’arte contemporanea ma anche per ricostruire la complessa mappa artistica di un grande e singolare protagonista dell’arte italiana“.

La mostra sarà visitabile il martedì e la domenica dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 20.00 presso Palazzo Valle – Fondazione Puglisi Cosentino / Via Vittorio Emanuele II, 122 – 95131 – Catania. Sono previste aperture straordinarie su prenotazione.

Il sito della Fondazione

 

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *