Home»Breaking News»Sicily Happy Talk, la Sicilia riparte da qui

Sicily Happy Talk, la Sicilia riparte da qui

0
Shares
Pinterest Google+

Un’iniziativa partita il 18 marzo 2015 nell’entroterra siciliano e conclusasi lo scorso 30 giugno nella assolata Palermo. 9 tappe per un roadshow che ha stretto la mano alle province siciliane per incontrare il territorio e i suoi attori principali perseguendo l’obiettivo di costruire insieme la Sicilia turistica.
Catania, Taormina e Trapani le piazze più calde, con l’intervento di operatori turistici e istituzioni locali impegnati in un dibattito – ora dai toni morbidi, ora più accesi – volto ad analizzare le criticità di ogni destinazione e mettere sul tavolo le possibili vie per una valorizzazione turistica dei territori che per fisiologia, tradizione, ‘turismi’ e infrastrutture necessitano di approcci allo sviluppo turistico diversi e plasmati su misura.

Anello di congiunzione tra gli interlocutori pubblici e privati è stato il Convention Bureau. Condotto il tour in nove tappe dal cuore dell’isola alle sue coste, Sicilia Convention Bureau ha agito da moderatore degli incontri, condividendo con la platea di volta in volta differente dati e riflessioni sul movimento turistico delle singole destinazioni mappate e dedicando un focus speciale all’osservatorio congressuale raccolto nel 2014 grazie alla collaborazione di una buona fetta degli operatori della filiera turistica-congressuale siciliana, partner e non.
Le istituzioni hanno lasciato agli operatori privati la parola nello sviscerare i punti di debolezza delle rispettive destinazioni ed esprimere i desiderata per il potenziamento dell’offerta turistica locale o la valorizzazione dell’immagine turistica della destinazione.

Un pubblico all’ascolto, quindi, accanto a un privato propositivo. Un incontro tra punti di vista differenti che la Sicilia auspicava per iniziare ad intraprendere un percorso di sviluppo fondato su una logica sistemica.
Sicilia Convention Bureau ha potuto godere della condivisione dell’Assessorato Turismo della Regione Sicilia nel condurre questo percorso di aggregazione e condivisione contraddistinto dal fil rouge“Conoscersi per fare. Insieme”. L’Assessore Cleo Li Calzi ha commentato con queste parole il Sicily Happy Talk in occasione della tappa taorminese dell’8 Aprile scorso: “L’iniziativa del Sicilia Convention Bureau è in perfetta sintonia con quelle da noi promosse per rinforzare il sistema turistico regionale e posizionare la Sicilia nel mercato turistico internazionale. Solo attraverso una proficua sinergia tra operatori privati ed istituzioni, infatti, si può qualificare l’offerta e garantire l’organizzazione competitiva del prodotto turistico. Quello congressuale rappresenta un segmento che ha enormi potenzialità di crescita in Sicilia ed un valore aggiunto assai consistente, su cui stiamo puntando in modo deciso”.
Il territorio ha risposto all’invito del Convention Bureau. Ora occorre sedersi ed iniziare a lavorare insieme.

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *