Home»Senza categoria»Rilancio del trasporto aereo in Sicilia: si lavora al business plan

Rilancio del trasporto aereo in Sicilia: si lavora al business plan

0
Shares
Pinterest Google+
[:it]Rilanciare il trasporto aereo per destagionalizzare il turismo in Sicilia: questo l’obiettivo del tavolo di lavoro creato da Confindustria Sicilia Alberghi e Turismo e Sicilia Convention Bureau. Lo scorso settembre, in occasione del primo incontro di presentazione dell’iniziativa, il tavolo è stato accolto favorevolmente dagli assessori regionali al turismo, Michela Stancheris, e alle infrastrutture, Nico Torrisi. Oggi il progetto prosegue e la cabina di regia dell’azione volta alla valorizzazione della destinazione siciliana per il turismo destagionalizzato si riunisce il prossimo 29 ottobre a Palermo per compiere ulteriori passi avanti nella definizione del business plan che sarà presentato all’assessorato regionale al turismo affinché lo inserisca nella prossima programmazione del piano di propaganda per cogliere preziose opportunità di finanziamento.

L’iniziativa ha come modello di riferimento Sicilia d’inverno, progetto ad opera di Seby Bongiovanni avviato dagli operatori di Siracusa , apripista in questa opera di destagionalizzazione turistica poi allargata a tutto il Sud-Est dell’isola. Essenziale per la fase preliminare alla stesura del documento di progetto che definirà il piano d’azione l’analisi dei bisogni del territorio e il confronto di idee a cui hanno preso parte i rappresentanti delle società aeroportuali siciliane (Palermo, Catania, Trapani e Comiso). Fare sistema, definire nuove linee strategiche, progettare azioni di sviluppo sinergiche tra il Sicilia Convention Bureau, gli albergatori e le compagnie aeree che servono la destinazione: questi gli obiettivi del piano di sviluppo che mira, in ultima analisi, a creare pacchetti d’offerta che possano attrarre tutto l’anno turisti dal mercato europeo grazie all’attivazione di rotte strategiche.

La Regione protagonista di quest’azione di promo-commercializzazione della destinazione Sicilia: saranno fondamentali, infatti, gli accordi di co-marketing che questa riuscirà a sviluppare con le principali compagnie aeree.  Ruolo chiave per la Regione, quindi, ma non senza il supporto di una squadra di attori chiave sul territorio. Commenta così Ornella Laneri, Presidente Confindustria Sicilia Alberghi e Turismo: «Si è concretizzata l’idea che bisogna lavorare con spirito di squadra e che è utile presentarsi in maniera coesa pur mantenendo ognuno la propria identità. Siamo tutti convinti che bisogna lavorare sulla destagionalizzazione e trovare il modo di collaborare con le compagnie aeree. Una strada che è percorribile e su cui abbiamo registrato parecchio interesse. Ma non bisogna perdere tempo: grazie al business plan avremo una visione industriale chiara e obiettivi precisi».

Incoraggianti anche le parole di Vincenzo Tumminello, Presidente del Sicilia Convention Bureau: “Sono molto soddisfatto dei risultati fino ad ora raggiunti dal tavolo. E, ancor prima, sono soddisfatto dell’esistenza stessa del tavolo. Non è facile, nella nostra terra, trovare persone disponibili a superare gli interessi peculiari e a condividere azioni comuni” – aggiunge Tumminello – “Anche noi, in questo caso, abbiamo messo un po’ da parte il nostro core business, il turismo congressuale, per contribuire a un progetto che crediamo fondamentale per il rilancio del nostro territorio“.[:]Rilanciare il trasporto aereo per destagionalizzare il turismo in Sicilia: questo l’obiettivo del tavolo di lavoro creato da Confindustria Sicilia Alberghi e Turismo e Sicilia Convention Bureau. Lo scorso settembre, in occasione del primo incontro di presentazione dell’iniziativa, il tavolo è stato accolto favorevolmente dagli assessori regionali al turismo, Michela Stancheris, e alle infrastrutture, Nico Torrisi. Oggi il progetto prosegue e la cabina di regia dell’azione volta alla valorizzazione della destinazione siciliana per il turismo destagionalizzato si riunisce il prossimo 29 ottobre a Palermo per compiere ulteriori passi avanti nella definizione del business plan che sarà presentato all’assessorato regionale al turismo affinché lo inserisca nella prossima programmazione del piano di propaganda per cogliere preziose opportunità di finanziamento.

L’iniziativa ha come modello di riferimento Sicilia d’inverno, progetto ad opera di Seby Bongiovanni avviato dagli operatori di Siracusa , apripista in questa opera di destagionalizzazione turistica poi allargata a tutto il Sud-Est dell’isola. Essenziale per la fase preliminare alla stesura del documento di progetto che definirà il piano d’azione l’analisi dei bisogni del territorio e il confronto di idee a cui hanno preso parte i rappresentanti delle società aeroportuali siciliane (Palermo, Catania, Trapani e Comiso). Fare sistema, definire nuove linee strategiche, progettare azioni di sviluppo sinergiche tra il Sicilia Convention Bureau, gli albergatori e le compagnie aeree che servono la destinazione: questi gli obiettivi del piano di sviluppo che mira, in ultima analisi, a creare pacchetti d’offerta che possano attrarre tutto l’anno turisti dal mercato europeo grazie all’attivazione di rotte strategiche.

La Regione protagonista di quest’azione di promo-commercializzazione della destinazione Sicilia: saranno fondamentali, infatti, gli accordi di co-marketing che questa riuscirà a sviluppare con le principali compagnie aeree.  Ruolo chiave per la Regione, quindi, ma non senza il supporto di una squadra di attori chiave sul territorio. Commenta così Ornella Laneri, Presidente Confindustria Sicilia Alberghi e Turismo: «Si è concretizzata l’idea che bisogna lavorare con spirito di squadra e che è utile presentarsi in maniera coesa pur mantenendo ognuno la propria identità. Siamo tutti convinti che bisogna lavorare sulla destagionalizzazione e trovare il modo di collaborare con le compagnie aeree. Una strada che è percorribile e su cui abbiamo registrato parecchio interesse. Ma non bisogna perdere tempo: grazie al business plan avremo una visione industriale chiara e obiettivi precisi».

Incoraggianti anche le parole di Vincenzo Tumminello, Presidente del Sicilia Convention Bureau: “Sono molto soddisfatto dei risultati fino ad ora raggiunti dal tavolo. E, ancor prima, sono soddisfatto dell’esistenza stessa del tavolo. Non è facile, nella nostra terra, trovare persone disponibili a superare gli interessi peculiari e a condividere azioni comuni” – aggiunge Tumminello – “Anche noi, in questo caso, abbiamo messo un po’ da parte il nostro core business, il turismo congressuale, per contribuire a un progetto che crediamo fondamentale per il rilancio del nostro territorio“.[:]

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *