Home»Destinazione Sicilia»Palermo»Palermo capitale della cultura 2018: tante iniziative per un anno di eventi ed un video rap

Palermo capitale della cultura 2018: tante iniziative per un anno di eventi ed un video rap

0
Shares
Pinterest Google+

Che Palermo sia Capitale della Cultura 2018 è noto, ma forse non è ancora percepito il potenziale di questa opportunità e quanto grande sia la macchina dei lavori che ha messo in moto nel capoluogo siciliano. Arte, Musica, Teatro, Sport, Cinema: tante le aree valorizzate dal fitto calendario di eventi che l’anno d’oro della Cultura palermitana offrirà a cittadini e turisti intenti a scoprire i tesori della città. Il cuore degli eventi, però, ruoterà intorno a Manifesta, l’attesissima biennale d’arte che ha scelto come suo quartier generale il Teatro Garibaldi. Manifesta 12, che si svolgerà dal 16 giugno al 4 novembre 2018, accoglierà a Palermo decine di artisti italiani e internazionali. A poco più di tre mesi dall’apertura, la Manifestazione ha annunciato 62 proposte, scelte sulle 631 pervenute, che saranno realizzate in stretta collaborazione con artisti locali, musei, istituzioni e professionisti del settore culturale.

Tante le attività a contorno di una città in fermento. 783 gli eventi ad oggi in calendario; 83 i soli eventi internazionali; 43 i partner coinvolti; 12.151 artisti per 132 concerti e 72 mostre.

A Palermo è stato dedicato anche un videoclip musicale dal rapper palermitano Christian Picciotto, con un nuovo singolo ‘Capitale’ vincitore del Premio Musica contro la Mafia. Sempre la musica è protagonista il 16 giugno a Palermo, quando arriveranno mille giovani musicisti da tutta Italia e dai paesi europei per la Festa Europea della Musica, organizzata dal MIBACT in occasione dell’anno della Cultura della città siciliana, che avrà come titolo “Inno alla Gioia” e vedrà testimonial Ezio Bosso.

Il Comune di Palermo, inoltre, ha siglato un accordo con l’Agenzia di Promozione Territoriale della Basilicata per costruire insieme progetti di promozione dei reciproci territori per attrarre il turismo internazionale e condividere buone pratiche, come quella del Turismo Accessibile.
L’idea è quella di rendere possibile – afferma il direttore di APT Mariano Schiavone – un contatto fra Palermo e Matera nel segno della cultura e della creatività; in questo senso le due città, oltre ad essere unite dall’importante ruolo di Capitali culturali italiane ed europee, possono trovare un terreno di comunicazione comune a partire da quella visione di sviluppo incentrata su tradizione, innovazione e conoscenza che evidentemente le accomuna. Per tale ragione il primo appuntamento condiviso sarà ‘Fucina madre – Expo dell’artigianato e del design’ che si terrà a Matera dal 21 al 25 aprile prossimi, evento in cui Palermo sarà protagonista con mostre, laboratori, workshop, showcooking, organizzati in collaborazione con l’associazione culturale Idesign. Fucina Madre è una idea di APT che nasce dalla convinzione che la cultura e le tradizioni rappresentano parte qualificante dell’offerta turistica e che l’artigianato, nella sua accezione più nobile, contribuisce a formare e a impreziosire l’offerta turistica di Matera e della Basilicata, partecipando di fatto a trasformare il territorio in destinazione”.

 

 

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *