Home»Interviste»Marry Me in Sicily, Manuela Restuccia: “Il matrimonio in Sicilia è autenticità”

Marry Me in Sicily, Manuela Restuccia: “Il matrimonio in Sicilia è autenticità”

0
Shares
Pinterest Google+

Marry Me in Sicily, un naming che suona come un imperativo. Perché non può esserci esitazione nel decidere di sposarsi in Sicilia. Lo sa bene Manuela Restuccia, Wedding Planner siciliana, con base a Catania, che della gestione del matrimonio ha fatto un’arte e che con meticolosità e passione segue le coppie di sposi, locali o straniere, che si affidano a lei per coronare il loro sogno made in Sicily. Abbiamo intervistato Manuela, partner del Sicilia Convention Bureau, per conoscere qualcosa in più di lei e della sua attività.

In cosa risiede il fascino di un matrimonio in Sicilia?

Non potrei dare una sola risposta, gli stranieri sono attratti da molteplici fattori. Sarebbe semplice dire che sia per il nostro clima, piuttosto che per la cucina o per le nostre bellezze storiche e naturali, ma la realtà è che gli sposi scelgono la Sicilia fondamentalmente per le atmosfere che trovano nella nostra isola, per quel senso di genuino che probabilmente nei loro Paesi è ormai andato perduto e che da noi ancora si respira.

Il destination wedding che ti piacerebbe realizzare di che nazionalità è e che stile ha?

Mi piace moltissimo lavorare con gli inglesi, fondamentalmente perché loro hanno un amore speciale per la nostra terra. La scoprirono in età vittoriana e quel legame non si è mai spezzato. Tra l’altro il loro stile sempre molto sobrio permette di dare sfogo alla nostra sicilianità, senza però cadere mai negli eccessi, che poco si addicono ad un matrimonio, qualunque sia la nazionalità degli sposi

Sicilia Orientale e Occidentale, quale zona dell’isola pensi sia più appealing per gli sposi stranieri e perché?

Fino a pochissimo tempo fa avrei detto la Sicilia Orientale, non solo per la presenza di Taormina, ma anche grazie alla recente esplosione della zona del siracusano. Ultimamente stiamo invece assistendo ad un grande interesse per il palermitano. Meglio così, la Sicilia va coinvolta tutta.

Il commento più bello che hai ricevuto ad oggi dai tuoi sposi?

Non sono tanto i commenti quanto le loro espressioni a fine giornata a fare la differenza. La felicità nei loro occhi ripaga di ogni stanchezza.

C’è una tipologia di location non convenzionale che ancora è poco richiesta e che pensi possa essere una futura tendenza in Sicilia?

Le coppie straniere hanno già battuto la strada delle location non convenzionali, loro sono interessate quasi esclusivamente a quelle. Una tendenza che ho intenzione di portare avanti è quella di organizzare matrimoni che coinvolgano interi borghi, sfruttando per esempio piazze e cortili e che prevedano la collaborazione degli stessi abitanti del luogo, magari con le nonne che preparano la pasta fresca per tutti!

Grazie a Manuela Restuccia da parte di Sicilia Convention Bureau

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *