Home»Eventi Sicilia»Folklore»L’influencer TheRerumNatura su Catania: “Una città dal fascino discreto e regale”

L’influencer TheRerumNatura su Catania: “Una città dal fascino discreto e regale”

0
Shares
Pinterest Google+

100mila follower lo seguono su Instagram e ne commentano gli scatti inconfondibili nei loro colori estivi, come se il tempo per lui si fosse fermato nella stagione dell’allegria e la spensieratezza, dove tutto è vivace e caldo, come le parole che usa per commentare le sue capture.

Stiamo parlando di TheRerumNatura, travel influencer e blogger, riminese di nascita e bolognese d’adozione, che si è unito al gruppo di 8 Travel Blogger e giornalisti che hanno preso parte al BlogTour #MyAgathaExperience, organizzato da Sicilia Convention Bureau in compartecipazione con il Comune di Catania e con la media partnership di Igers Catania, La Sicilia Web ed Eva Spampinato e CITYMAP. Dal 2 al 6 febbraio scorso il noto influencer italiano è stato protagonista di un’esperienza multisensoriale tra Catania e l’Etna, disegnata su misura per vivere queste destinazioni durante le suggestive celebrazioni di Sant’Agata, la Santa Patrona della città.

Un tour che è diventato anche un bellissimo Photobook sfogliabile in digitale e che non smette di far parlare di sé, come dei suoi partecipanti. Ecco che chiediamo a TheRerumNatura di commentare la sua esperienza, già raccolta in un bellissimo video da lui realizzato e disponibile su YouTube. Speriamo la prima puntata di una lunga serie di narrazioni per immagini che vorrà dedicare alla nostra Sicilia.

Se ti chiedessimo di descriverti solo in tre parole?

Sono Gianluca, in arte TheRerumNatura. Descrivermi in tre parole? Direi: curioso, dinamico, esploratore.

Qual è stata la tua prima impressione quando sei arrivato a Catania e come è cambiata dopo un’esperienza di quattro giorni?

Conoscevo già Catania e mi sorprese per la propria discreta eleganza. Dopo averla scoperta meglio direi che c’è tanto di più: un fascino al tempo stesso fragile e regale.

Ci confidi un ricordo indimenticabile della Festa di Sant’Agata che hai vissuto durante il Tour #MyAgathaExperience?

La possibilità di vedere le celebrazioni dall’alto, dalle terrazze che si affacciano sulla folla in processione, è stata decisamente un’esperienza indimenticabile.

Qual è il luogo di Catania che ti ha colpito di più?

Onestamente è una domanda a cui trovo piuttosto difficile dare una risposta: non è semplice scegliere il più suggestivo tra i luoghi visitati. Tra tutti, probabilmente direi il Teatro Bellini, il Teatro Romano e il Monastero dei Benedettini, ma anche assistere alla rinascita del quartiere di San Berillo è stato davvero coinvolgente.

Sulla base della tua esperienza, tra i 5 sensi che sono stati filo conduttore del Tour #MyAgathaExperience, qual è il senso più significativo e che identifica meglio la città di Catania?

Tra i cinque sensi, tutti stimolati piuttosto intensamente durante le celebrazioni di Sant’Agata, forse direi che al primo posto viene la vista, per la varietà di colori e di atmosfere che si possono incontrare scoprendo la città.

Se avessi la possibilità di ritornare a Catania, quale esperienza vorresti rivivere e di quale faresti tranquillamente a meno?

Decisamente rivedrei nuovamente tutto quanto ho già visto: anzi, m’impegnerei per provare ancora più piatti della cucina tradizionale!

Ci sono altre destinazioni siciliane nella tua wishlist per un prossimo Tour?

Assolutamente sì! Sfortunatamente conosco troppo poco la Sicilia, ma mi auguro che le opportunità per visitarla più approfonditamente non mancheranno.

 

 

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *