Home»Eventi Sicilia»Arte»Le Vie dei Tesori 2017, non solo Palermo: 200 siti aperti in 5 città siciliane

Le Vie dei Tesori 2017, non solo Palermo: 200 siti aperti in 5 città siciliane

1
Shares
Pinterest Google+

Le Vie dei Tesori si espande. Il Festival, giunto alla sua undicesima edizione a Palermo e supportato anche da Sicilia Convention Bureau tra i partner fino alla scorsa edizione, ‘consegnerà’ al pubblico 200 tesori, molti inediti, tra Palermo e altre quattro città siciliane per creare un museo diffuso regionale aperto alle visite turistiche e culturali. Nei weekend del 15-17 e del 22-24 settembre il progetto prenderà il via, infatti, ad Agrigento (19 luoghi); a Caltanissetta (14 luoghi); a Messina (28 luoghi); e a Siracusa (29 luoghi); per poi abbracciare altre città dal prossimo anno.
La nuova edizione è stata presentata al Ministero dei Beni culturali a Roma, con il sindaco di Palermo Leoluca Orlando e l’assessore alla Cultura Andrea Cusumano; l’assessore ai Beni culturali della Regione Siciliana, Carlo Vermiglio; Poste italiane, main partner del progetto; l’amministratore delegato di Viaggi dell’Elefante, Enrico Ducrot; il presidente dell’associazione Le Vie dei Tesori, Laura Anello; il presidente dell’associazione Amici dei Musei siciliani, Bernardo Tortorici.
Il Festival Le Vie dei Tesori ha il merito di valorizzare il patrimonio di bellezze storico artistiche diffuse sul territorio siciliano – ha detto il Ministro Franceschinie parte alla vigilia delle tante manifestazioni programmate per Palermo Capitale Italiana della Cultura 2018. Sono certo che un’offerta culturale di qualità, come questa, renderà Palermo e la Sicilia ancora più attrattive agli occhi del mondo mettendole al centro di un progetto turistico più ampio”.
Nei cinque fine settimana compresi tra il 29 settembre e il 29 ottobre 120 luoghi palermitani saranno aperti alle visite (anche per non udenti e non vedenti) per una undicesima edizione all’altezza dei prestigiosi precedenti. Un Festival Kids dedicato ai bambini; oltre 110 tour urbani guidati da storici, botanici, urbanisti, accademici; un “Itinerario contemporaneo” che aprirà contestualmente gallerie private e atelier d’artista; una serie di concerti; un percorso cineturistico on visite sui luoghi della città che sono stati set cinematografici, dal “Gattopardo” a Ciprì e Maresco; spettacoli teatrali.

215 mila visite in 15 giorni lo scorso anno a Palermo. Quest’anno si attende ancora più affluenza, anche grazie alle tante novità, come l’inclusione dei nove siti entrati a far parte del percorso arabo normanno dell’Unesco nel programma di una Notte bianca gratuita nell’ultimo weekend di ottobre.
Un coupon da 10 euro permetterà l’accesso a 10 siti; un coupon da 5 euro consentirà di visitarne 4; un coupon da 2 euro darà accesso ad un unico sito. I coupon non sono nominativi e quest’anno saranno affiancati da una card promossa sui treni locali, grazie all’accordo siglato con Trenitalia che offrirà uno sconto per i viaggiatori da Messina, Siracusa e Palermo dal 12 Settembre al 29 Ottobre, data conclusiva della manifestazione.

Fonte: Travelnostop

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *