Home»Mondo MICE»Eventi»Google in Sicilia, la Valle dei Templi riapre le porte al Dio del web

Google in Sicilia, la Valle dei Templi riapre le porte al Dio del web

0
Shares
Pinterest Google+

Testata con successo lo scorso anno, Page&Brin hanno scelto nuovamente la destinazione Sicilia per l’annuale campo estivo riservato ad amministratori delegati, rappresentanti dello star-system internazionale, banchieri, finanziatori e personalità di spicco top secret per i più.

Google in Sicilia è tornato nella Valle dei Templi e il Verdura Golf Resort di Sciacca, partner del Sicilia Convention Bureau, ha riaperto le sue porte ai Big del mondo per un evento esclusivo in questi giorni protagonista indiscusso delle prime pagine delle maggiori testate internazionali.

Il 27 luglio la cena di gala ad Agrigento, nella Valle dei Templi, di fronte al Tempio della Concordia che per l’occasione è stato allestito con apposito palco e ‘sequestrato’ per 100mila euro (£70,767), a beneficio del territorio agrigentino e dei lavori di manutenzione e salvaguardia di un sito Patrimonio Unesco dal 1997. Circa 300 ospiti preservati da esigenti misure di sicurezza, come i divieti di sorvolo e attracco nell’area interessata.  Il 28 luglio l’evento si è spostato a Borgo Bonsignore, nella frazione di Ribera, per chiudere i lavori il 30 luglio.

Larry Page, CEO di Google; Eric Schmidt, Presidente di Google; Bill Gates; Lapo e John Elkann con Lavinia Borromeo; Jovanotti; Andrea Bocelli; John Legend; Arianna Huffington; Kayvon Beykpour, fondatore di Periscope; l’amministratore delegato di Uber, Travis Kalanick, e quello di Snapchat, Evan Spiegel; Lloyd C. Blankfein, Ceo di Goldman Sachs, che ha tenuto una conferenza sul futuro dell’Europa; Anshu Jain, Top Board Member alla Deutsche Bank; Ana Patricia Botín (Banco Santander); i venture capitalist Ben Horowitz e John Doerr e gli imprenditori Elon Musk (Tesla), Brian Roberts (Comcast), insieme alla stilista Tory Burch. Questi tra i nomi scappati dal riserbo che avvolge l’evento blindatissimo frutto di un’organizzazione meticolosa.

Lasciati i Jet privati all’Aeroporto di Palermo e trasferiti in elicottero al Verdura Resort, gli invitati stanno godendo dell’esclusiva location siciliana per un evento che – seppur top secret – non manca di far parlare di sé anche attraverso i cinguettii dei partecipanti più attivi sui social.

Delle istituzioni agrigentine presenti il Sindaco, Lillo Firetto (in foto con Page e Schmidt), e Nicola Diomede, Prefetto.

Perché Google è tornato in Sicilia per il The Camp? La scelta di Google non è dovuta al caso per chi conosce il Parco archeologico siciliano, ma è frutto di un lungo lavoro. Mountain View ha visitato la Valle dei Templi l’anno scorso, cogliendone il grande potenziale, dai percorsi naturalistici al Museo del Mandorlo, dalle produzioni vitivinicole ai giardini del FAI, dalla magnitudo scenografica dei Templi a comporre un ‘Tutto’ che ammalia, suggestiona e imbriglia in quella Sicilia che seduce. E Google dopo esser stato sedotto, è caduto in un innamoramento che lascia presagire un ritorno del Dio del web anche in futuro.

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *