Home»Destinazione Sicilia»Enoturismo in Sicilia, +35% nel 2016 secondo Assovini Sicilia

Enoturismo in Sicilia, +35% nel 2016 secondo Assovini Sicilia

0
Shares
Pinterest Google+

Assovini Sicilia ufficializza i dati dell’enoturismo in Sicilia in occasione di ‘Sicilia en Primeur’ a Radicepura. Crescono del 35% gli enoturisti in Sicilia; +62% per gli accordi con gli operatori; +40% per l’attività ricettiva legata al comparto e +69% per l’attività ristorativa. 4000 persone pare abbiano visitato nell’arco dello scorso anno le aziende afferenti ad Assovini (l’87% del settore siciliano). Erano solo 200 15 anni prima.

Per il presidente Francesco Ferreri, nel 2015 l’enoturismo siciliano ha registrato il 55% di presenze di italiani e il 45% di stranieri. Il 98% degli addetti delle aziende vinicole parla una lingua straniera, nel 96% delle cantine sono stati realizzati locali adatti alle degustazioni e nel 69% è possibile effettuare anche un servizio di ristorazione di qualità. Il 40% delle aziende ha una struttura ricettiva e il 31% ha l’idea di realizzarla.

Dati confortanti per un segmento su cui investire sempre più per la generazione di indotto turistico in Sicilia, che già conta sull’enogastronomia per il 70% della sua domanda turistica, come confermato anche dall’Assessore Anthony Barbagallo, intervenuto per l’occasione.

Sicilia Convention Bureau si sta adoperando per raccogliere ulteriori dati sul settore e avviare un’azione di promozione turistica mirata, espandendo il suo raggio d’azione anche al comparto Food&Wine.

 

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *