Home»Food&Wine»Eventi»Cibo Nostrum 2017 a Taormina, il programma dell’evento che celebra la buona tavola

Cibo Nostrum 2017 a Taormina, il programma dell’evento che celebra la buona tavola

0
Shares
Pinterest Google+

Presentato oggi, 6 Giugno, presso l’Archivio Storico della Città di Taormina il programma della sesta edizione di Cibo Nostrum, dall’11 al 13 Giugno a Taormina. Torna anche quest’anno, infatti, la “Grande Festa della Cucina Italiana”, come la stampa di settore ha definito questo appuntamento con la tradizione culinaria del nostro Paese nel contesto euro-mediterraneo.

L’evento, nato a Zafferana Etnea, promuove un ponte culturale e gastronomico tra il vulcano e la “Perla dello Jonio”: Taormina. Un’agenda di cooking show, incontri tematici, approfondimenti del settore agroalimentare, riscoperta e valorizzazione del territorio e soprattutto una festa della tavola italiana, come spiegano gli organizzatori della Federazione Italiana Cuochi, rappresentati dallo Chef zafferanese Seby Sorbello, partner del Sicilia Convention Bureau, e dallo Chef taorminese Pietro D’Agostino.
E come nelle edizioni precedenti, quello FIC è un vero e proprio gioco di squadra che vede impegnati centinaia di Cuochi. Accanto alla Federazione, infatti, anche l’Unione Regionale Cuochi Siciliani, con il presidente Domenico Privitera, e le nove Associazioni provinciali dell’Isola, tra cui in prima linea l’Associazione Provinciale Cuochi Messina con la presidente Rosaria Fiorentino.

Oltre al patrocinio dei Comuni di Zafferana Etnea e di Taormina, l’evento gode del supporto di numerosi partners e collaboratori, come Chic Chef con l’autorevole presenza del direttore Raffaele Geminiani e del presidente Paolo Barrale, Con.Pa.It. (Confederazione Pasticceri Italiani), Associazione Italiana Celiachia, Blu Lab Academy e la Expo di Barbara Mirabella, socia del Convention Bureau. Significativa, inoltre, la presenza del DSE, Dipartimento Solidarietà Emergenze della Federazione Italiana Cuochi. Importante anche quest’anno il supporto degli Istituti Alberghieri del territorio, presenti con l’Istituto “Salvatore Pugliatti” di Taormina, Istituto “Antonello da Messina” di Messina, Istituto “Renato Guttuso” di Milazzo, Istituto “Giovanni Falcone” di Giarre e una delegazione della Amira (Associazione maitre) guidata dal prof. Alfio Cantarella. Confermata la collaborazione del Ministero delle Politiche Agricole, che anche per l’edizione 2017 ha dato il proprio patrocinio nazionale ed il suo autorevole intervento con workshop, laboratori e convegni tematici.

150 i cuochi già confermati, contro i 120 chef protagonisti dello scorso anno, tra stellati Michelin, professionisti e docenti degli Istituti Alberghieri, che anche quest’anno daranno il proprio supporto all’evento. A godere di questo grande spettacolo nel 2016 sono stati i palati di 15 mila visitatori, con 32 mila porzioni preparate nei cooking show e proposte nelle degustazioni lungo il Corso Umberto di Taormina, a cui si sono aggiunti 8 laboratori dedicati al pesce azzurro. Oltre 90 le aziende protagoniste lo scorso anno, tra partner e produttori di materie prime tipiche, protagonisti del food&beverage, insieme ad oltre 70 giornalisti accreditati. Quest’anno le sole cantine siciliane sono già oltre 50, cui si aggiungono altre numerose aziende dell’agroalimentare, ed i giornalisti accreditati sfiorano quota 100. Ultimo aspetto, e non certo il meno importante, la beneficenza: anche quest’anno la manifestazione sarà a sostegno della Fondazione LIMPE per la ricerca medico-scientifica sulla malattia del Parkinson.

programma dell’evento

Fonte: Ufficio Stampa Luxury Press

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *